Recensioni‎ > ‎

Ragione e sentimento - Stefania Bertola

pubblicato 14 feb 2017, 08:52 da Libreria Italiana Lussemburgo   [ aggiornato in data 14 feb 2017, 09:00 ]
La morte improvvisa di Gianandrea Cerrato, valente avvocato penalista, oltre a privare una moglie del marito e tre figlie del padre, ha delle conseguenze del tutto inaspettate. Da un giorno all'altro le quattro donne si trovano a dover riorganizzare la loro vita. Intorno a loro si muove il mondo, con le sorprese, l'allegria, l'inganno. La ragione e il sentimento. Perché quella è una delle grandi battaglie che ci tocca combattere nella vita. Non proprio a tutti, perché esistono esseri fortunati senza ragione, o senza sentimento. Ma la maggior parte di noi ne ha un po' dell'una e un po' dell'altro, e non sempre riesce a farli coesistere pacificamente. Quindi si lotta: si lotta da sempre e si lotterà per sempre, e per questo motivo tra tutti i romanzi di Jane Austen "Ragione e sentimento" è quello più adatto a essere periodicamente riscritto, scagliandolo dentro il tempo e i secoli che passano. 
La scrittrice di romanzi al femminile che rivisita i grandi classici, da Dickens alla Austen appunto, si diverte ad invertire un po’ ai ruoli, a riportarli ad una contemporanea quotidianità in cui nulla è più come appare. Con la sua consueta ironia, Bertola si garantisce ancora una volta un pubblico di lettori abituati alla sua scrittura insolita e originale. In Ragione e sentimento sullo sfondo di Torino si muove un mondo al femminile in cui i maschi hanno un ruolo fondamentale, ma ruotano solo in torno alla storia, perché il mondo della Bertola vede donna e la esalta, la sottolinea, la porta finalmente alla luce, proprio come avrebbe voluto fare la rivoluzionaria Jane. 

Einaudi 2017 - 17.50 € 
Comments