Recensioni‎ > ‎

Quando Roma era un paradiso - Stefano Malatesta

pubblicato 24 feb 2016, 13:32 da Libreria Italiana Lussemburgo
Un viaggio nella Roma degli anni Cinquanta che, all’indomani della sconfitta nella II Guerra Mondiale, segnarono il riscatto del nostro Paese agli occhi del mondo, la premessa di quel boom economico che nel decennio successivo avrebbe trasformato l’Italia agricola ed arretrata in un moderno Paese industriale. Un caso di trend di sviluppo ritenuto “atipico” nel panorama mondiale in quanto trascinato da un’attività produttiva “sui generis” come l’industria cinematografica, in cui la materia prima preponderante è la fantasia e la genialità. Un popolo, stremato dagli orrori della guerra perduta e privo di risorse, seppe rapidamente scrollarsi di dosso le proprie inquietudini e porre le basi della sua rinascita. Il successo mondiale del cinema neorealista riuscì ad attrarre i più noti registi, attori e produttori americani e a catturare l’attenzione del jet-set internazionale con un prepotente ritorno del turismo Furono anni di grande effervescenza ed intensità culturale che fecero riscoprire al mondo le potenzialità e le straordinarie risorse creative del nostro Paese con le prime affermazioni del Made in Italy nella moda e nel design. Tutto questo l’autore ci fa rivivere nel suo libro conducendoci in una Roma “da favola” che al lettore di oggi, che conosce l’odierno stato di abbandono e degrado della città e la rabbia dei suoi abitanti, appare in gran parte inventata e mitizzata
Skira 2015 15 EUR
Comments