Recensioni‎ > ‎

Limbo - Melania G. Mazzucco

pubblicato 05 apr 2012, 01:56 da Libreria Italiana Lussemburgo
Limbo è un romanzo in cui Melania Mazzucco racconta la storia di una donna soldato, Manuela Paris, che per superare la tragedia in cui è stata coinvolta, dovrà affrontare i ricordi, il disinganno e il ruolo stereotipato che la società cerca di imporle in seguito all'evento terribile che le è accaduto in guerra. 
Alla vigilia di Natale Manuela torna a casa, in un piccolo paese nei pressi di Roma che si affaccia sul mare. Manuela ha ventisette anni, ed è passato molto tempo dall'ultima volta che ha avuto modo di trascorrere del tempo tra le mura domestiche. Quando era ancora molto giovane ha fatto una scelta di vita, ha deciso di fare il soldato. E da quel giorno non è più tornata, è fuggita da un'adolescenza difficile, da una situazione famigliare poco serena. Con sacrificio e determinazione si è costruita una vita nell'esercito, la vita che sognava.
Dopo essere diventata sottufficiale viene inviata in Afghanistan dove le viene assegnato il comando di un plotone di stanza presso una base nel deserto. La sua vita viene sconvolta da un terribile attentato, in cui rimane ferita in modo grave. Tornata casa, dovrà combattere un'altra guerra, quella contro i ricordi e il dolore. L'occasione per fare i conti con il passato, si presenterà in seguito all'incontro con un uomo che condivide con lei la medesima situazione umana, quel limbo in cui le anime sprofondano nell'incertezza.
Melania Mazzucco con Limbo racconta una storia d'amore e di sofferenza, di vita e di morte, in cui emergono gli interrogativi su cosa significhi oggi essere italiani.

Einaudi 2012, 476 pagine, 20.00 €.