Recensioni‎ > ‎

La cospirazione delle colombe - Vincenzo Latronico

pubblicato 01 dic 2011, 17:25 da Libreria Italiana Lussemburgo   [ aggiornato in data 20 gen 2012, 04:00 ]
“Alfredo non si sentiva un falco: se proprio un colpevole andava individuato, questo era molto più in alto di lui, era chi stabiliva le regole e le possibilità.
Ma lui le regole le rispettava, le possibilità si limitava a coglierle: e questo, pensò sorridendo alla folla, questo faceva di lui una colomba.”
Lottiamo con ogni forza per inseguire il successo, il denaro, la felicità. Ma cosa fare quando il talento non basta e il gioco pulito non conduce a niente?
Quanti fallimenti ci vogliono perché una colomba si trasformi in falco?
La cospirazione delle colombe è la storia di questa trasformazione. Alfredo Cannella è figlio di un ricco imprenditore veneziano; Donka Berati è un orfano albanese, approdato all’Università Bocconi con una borsa di studio. Sono brillanti, ambiziosi, decisi a prendersi tutto ciò che credono di meritare: fra loro nasce un’amicizia che li accompagnerà lungo traiettorie parallele ma spesso sovrapposte, costellate di speculazioni finanziarie, rischiosi passi falsi, piccole truffe e grandi progetti immobiliari.
Entrambi affrontano la propria carriera come una sfida: Alfredo per dimostrare al padre quanto si sbagli a considerarlo inetto e viziato, Donka per ribellarsi a un destino in apparenza già segnato. Ma quando una sfida non finisce nel migliore dei modi, chi vuole vincere deve ricorrere ai peggiori.
Sullo sfondo di un’Europa unita dai flussi economici, centrata sulla Milano delle colossali trasformazioni urbanistiche, Vincenzo Latronico intesse con sorprendente padronanza un racconto di ampio respiro, animato da grandi passioni – l’ambizione, l’invidia, l’amore –, che tocca un problema morale al cuore della società contemporanea: le ragioni, le giustificazioni e le scuse per cui tradiamo chi si fida di noi.
Vincenzo Latronico, nato a Roma nel 1984, ha pubblicato Ginnastica e rivoluzione (2008, Premio Giuseppe Berto) e il testo teatrale Linee guida sulla ferocia (in Working for Paradise, 2009), entrambi per Bompiani. Scrive di arte contemporanea su “Domus” e altrove, e vive a Milano.

Bompiani 2011, 387 pagine, 15,00 €.