Recensioni‎ > ‎

Intrigo italiano - Carlo Lucarelli

pubblicato 25 gen 2017, 03:17 da Libreria Italiana Lussemburgo
Carlo Lucarelli, con Intrigo italiano riporta in scena un personaggio che mancava dal 1996. Il commissario di epoca fascista Achille De Luca, portato anche in tv da Alessandro Preziosi, è il vero capostipite di tutti i Montalbano, di tutti i Ricciardi e gli Schiavone d'Italia. Nato da una tesi di laurea sulla polizia della Repubblica di Salò di Carlo Lucarelli, oggi generosissimo scrittore e storyteller anche televisivo, giornalistico, radiofonico, allora alle prime armi, De Luca vedeva la luce nell'ormai lontanissimo 1990. E arriva così dopo tutta l'originaria, indimenticata trilogia (L'estate torbida e Via delle Oche gli altri due titoli) anche la sua ultima avventura, nuova di zecca, in cui lo ritroviamo negli anni della Guerra fredda, agente dei servizi segreti deviati, a indagare su una strana catena di morti nella Bologna bene. E a fare i conti con un'Italia, se possibile, ancora più cattiva. Dopo le inchieste in un periodo torbido come quello del dopo guerra, ritroviamo qui il Commissario De Luca ad indagare in un periodo ancor più complesso e difficile, quello in cui rossi e neri si sfidavano sia nella nostra Italia sia nei grandi conflitti del mondo. Un muro si troverà di fronte e lo dovrà fronteggiare proprio come quello che divideva la Germania nella stessa epoca. Tra politica e noir, Lucarelli scrive un altro grande classico, un giallo dal sapore retrò e intriso di quella verità che caratterizza i romanzi del giornalista.

Enaudi 2017 - 17,00 euro
Comments