Recensioni‎ > ‎

El especialista de Barcelona - Aldo Busi

pubblicato 07 feb 2013, 02:01 da Libreria Italiana Lussemburgo
L’amore si fa o si sente, l’amore non si dice, non si reclama e non si commenta l’amo­re fatto, l’amore ha gli occhi per parlare e le mani per recargli doni. Se gli occhi sfuggono e le mani arrivano vuote, è detto tutto. Due che non hanno niente da dirsi parlano del loro amore reciproco, che intanto sta volan­do altrove. Parlare d’amore significa parlare d’altro. 

A distanza di dodici anni da Casanova di se stessi, e a dieci da La signo­rina Gentilin dell’omonima cartoleria, contravvenendo alla sua stessa decisione di non scrivere più, Aldo Busi estrae dal proprio cilindro un romanzo inaspettato, favoloso e nuovissimo. Ambientato nella Spagna europeista di Zapatero, tra un sentore di San­ta Inquisizione e un’eco di Goya e di Francisco Franco, El especialista de Barcelona si può definire una specie di romanzo gotico con tanto di travestimenti, porte proibite e colpi di scena, e insieme il ritratto ambi­zioso e stratificato dell’umanità così come si è ridotta a vivere ai nostri giorni. Una costellazione di personaggi buffi e inquietanti, di figure bizzarre e normalissime, ruota intorno a un intrigo familiare che non è mai quel che sembra e che, fino all’ultima pagina, si tiene aperta la possibilità di ricominciare da capo. 
Come si fa a dimenticare a comando? Com’è possibile perdere per strada la memoria di una storia, se prima non si ha la pazienza di ricuperarla passando al setaccio tutto quanto l’ha riempita suo malgrado, diciamo da venticinque anni a questa parte? È quello che si accinge a fare Aldo Busi, seduto tutto solo in una sedia di ferro all’inizio della Rambla barcellonese (o forse in una piazza di Cra­covia…), con una loquace foglia di platano a fargli da spalla e più nessu­na voglia di scrivere e di vivere come gli altri. Al centro di questo suo pro­getto di oblio programmatico e globale, la figura cicciuta e traccagnotta dell’especialista de Barcelona, un professore universitario “che di sé non ha mai saputo niente di essenziale, a parte di essere basso di cavallo e di farsene un cruccio mortale”. 

El especialista de Barcelona, 373 pagine, Dalai editore 2012, 19.00 €.