Recensioni‎ > ‎

Avremo sempre Parigi - Serena Dandini

pubblicato 16 dic 2016, 03:03 da Libreria Italiana Lussemburgo   [ aggiornato in data 16 dic 2016, 05:21 ]
«È colpa di Parigi se le mie passeggiate sentimentali sono in disordine alfabetico. Sono troppe le suggestioni e le presenze che si aggirano per la città per mantenere fede a un dizionario canonico. Il vento del Nord, che in certe sere d'autunno diventa forte e dispettoso, mi coglie sempre di sorpresa scompigliandomi i pensieri e soprattutto le lettere. Serge Gainsbourg è finito alla S, ma il suo posto d'onore poteva tranquillamente essere alla D di Dandy, accanto a una schiera di gentiluomini che insieme a Oscar Wilde hanno tenuto alto a Parigi il vessillo di questo club ricercato.» È così che Serena Dandini presenta questo suo alfabeto amoroso in cui ci accompagna dalla A di Arrondissement alla Z di Zinc attraversando la G di Gare, la M di Muri e la V di Verne. Una passeggiata vivace e imprevedibile per la sua città preferita, dove le passioni dell'autrice ci svelano a ogni angolo suggestioni, storie, personaggi indimenticabili e posti segreti da visitare di persona alla prima occasione o semplicemente sognare adagiati sul divano di casa. Come i protagonisti di "Casablanca", anche noi «avremo sempre Parigi», che pure in questi anni duri continua a stupirci con la sua formidabile bellezza e la sua capacità di rialzare la testa. 
Parigi ha sempre un fascino immortale, che si rinnova con gli anni. Serena Dandini ci racconta la sua personalissima Ville Lumiere in "Avremo sempre Parigi". La scrittrice, presentatrice e comica ci offre un ritratto del tutto inedito della città più bella del mondo, una città in cui i sogni sembrano avverarsi.

Rizzoli 2016 - 20.00 € 
Comments