Recensioni‎ > ‎

Appia - Paolo Rumiz

pubblicato 14 giu 2016, 04:39 da Libreria Italiana Lussemburgo
È un cammino verso la riconquista della memoria perduta quello che fa Paolo Rumiz in La via Appia. Lo scrittore e giornalista di Repubblica ha compiuto nel 2015 un cammino in quell’Italia Romana che attraversa Puglia, Basilicata, Campania e Lazio. Come tutti i viandanti senza pace, l’allegra banda che ha percorso l’Italia da nord a sud si rimette in marcia, per rifare la strada al contrario a partire dal magnifico capolinea di Brindisi. Il sud dello stivale viene raccontato per mostrare le tante immagini di un’Italia dimenticata, per raccogliere suggerimenti e anche critiche rispetto al tentativo di restituire al Paese questo straordinario bene abbandonato. Impariamo così che l’Italia romana non è solo il Colosseo, che esistono beni incommensurabili nascosti tra salici piangenti, colline, strade sterrate, scorci di città affacciati sul mare che fanno parte della via Appia. Quello descritto da Rumiz è prima di tutto un racconto dell’anima, un racconto metro per metro della via più antica d’Europa, un desiderio di rifarsi lo zaino per conoscere se stessi. 
Feltrinelli - 2016 19.00 EUR
Comments