Recensioni‎ > ‎

Appartamento a Istanbul - Esmahan Aykol

pubblicato 03 apr 2016, 07:32 da Libreria Italiana Lussemburgo
Kati Hirschel, è mezza turca e mezza tedesca, ha quarant’anni, è solare e piena di vita, e soprattutto ama i libri gialli. Li ama così tanto che decide di aprire proprio una libreria dedicata al genere investigativo di cui è innamorata. E la apre a Istanbul, città già di per sé misteriosa e ricca di vicoli stretti nei quali è facile nascondere indizi scottanti e sotterfugi irrivelabili, come di persone che parlano troppo e persone che non parlano proprio, e tramonti sul Bosforo e albe sotto il cielo percorso da enormi strade e piazze pazze e moschee di marzapane. Ma Kati Hirschel non può restare a leggere uno dei suoi libri preferiti, deve cambiare casa molto in fretta. Ne ha trovata una che è proprio identica a quella dei suoi sogni. Uguale. E deve sbrigarsi ad avere informazioni fresche sull’appartamento per riuscire a comprarlo all’asta senza problemi. Come fare? Corrompendo un impiegato del catasto, per esempio. Scopre così che la casa è occupata, ed è stata trasformata in un ufficio da un certo Osman, che sembra il classico personaggio di cui è meglio non fidarsi, e dal quale è di certo meglio stare lontani… Ma se questo Osman viene trovato morto proprio nel suo ufficio/appartamento/casa dei sogni di Kati, indagarci sopra è più che giustificabile. Come giustificabile è parlare con chiunque conosca quell’uomo, familiari inclusi, per cercare informazioni utili a svelare l’identità dell’assassino e casomai rivelarla al vecchio amico e commissario Batuhan, facendogli credere sia sempre quasi tutto merito suo…
Sellerio 2011 - 14.00 Euro
Comments