Iniziative‎ > ‎Incontri con autori‎ > ‎

Filippo Brunamonti

L'appuntamento con Filippo Brunamonti, organizzato dall'Associazione Marchigiani Lussemburgo in collaborazione con la Libreria Italiana,  è per sabato 16 marzo 2013 alle ore 17:30 presso LuxExpo.
Il Libro

Il primo latte inizia quando il nonno di Filippo muore, e se ne va col rimpianto di non potere esser presente quando nei futuri momenti importanti delle vite dei nipoti. 
Quando nonno Salvatore sa di dovere morire, con la conta dei giorni che gli dà il dottore, inizia anche a scrivere al nipote delle lettere a mano. Il ragazzo ne troverà quarantaquattro, dopo l’addio. E accompagnate da un biglietto: «A Filippo. Per farti ricordare di quando sembravo un nonno. E per sapere come sei quando io non ci sto più». C'era una clausola, pure: non avrebbe dovuto aver foga d’aprirle. Le avrebbe dovute aspettare. «Una all’anno», ne andava scartata. «Una all’anno». 
Filippo si era fatto due conti: avrebbe finito di scartarle nel 2038. Poi però un giorno gli arriva una diagnosi brutta. Di tumore. Aveva 16 anni. Così le tira fuori tutte, sa che il nonno avrebbe capito, senza aggrottare le sopracciglia. Lo sapeva perché gliel’aveva scritto in una delle prime, di lettere: «Certo, se dovesse arrivare anche per te l’ultimatum, sei autorizzato ad aprire tutte le buste». Così Filippo le legge. 
Nella lettea che avrebbe dovuto essere aperta il 7 aprile 2022, nonno Salvatore vorrebbe prendersi cura del nipote, e scrive: «Devo misurarti la febbre, ma sono morto da trent’anni». 

In Libreria: Il primo latte, Acquaviva 2012, 75 pagine, 7.00 €.