Iniziative‎ > ‎Incontri con autori‎ > ‎Bruno Agostini‎ > ‎

Bruno Agostini 2011 - Trilogia napoletana

L'appuntamento è per venerdì 6 maggio 2011 alle ore 18:00 
presso il Cercle  Münster , 5/7 rue Münster, Luxembourg.

Bruno Agostini è nato a Napoli nel 1948. L'ha lasciata trent'anni fa per trasferirsi in Lussemburgo ed entrare nel mondo della finanza, nel quale opera tuttora. Non è mai più rientrato nella sua città. La sua prima opera letteraria è la Trilogia Napoletana.

Il direttore generale. Finanza, politica e camorra in un'Iliade napoletana
In una Napoli bella e ferita, la più grande istituzione finanziaria del sud è sull'orlo del fallimento. Un nuovo Direttore Generale viene inviato dal Governatore della Banca d'Italia per deciderne il futuro. Rientra così nella sua città d'origine e si trova ad affrontare, da solo, una situazione complessa. Differenti gli interessi e numerose le persone coinvolte. Innanzitutto, l'Organizzazione con il suo Re e le Regine, rappresentanti delle famiglie locali decise a mantenere una parte del proprio controllo sulla banca. Ma a essere implicati nella vicenda anche un giornalista, un sindacalista, uomini politici e altri. Non sempre ogni storia ha una fine, anzi, spesso è solo un inizio. Quello di una saga.
Robin 2010, 389 pagine, 16.00€.

Grigio cenere.
Il commercio di oggetti trafugati dagli scavi di Pompei è uno dei tanti scenari che vede coinvolte numerose persone dai contrastanti interessi.
In questa seconda parte della trilogia napoletana proseguono le lotte intestine dell'Organizzazione alla ricerca di un nuovo equilibrio nei rapporti interni in vista dell'elezione del nuovo Re. Ma quali sono i rapporti fra un apprezzato professore universitario e un noto antiquario? Un ispettore di polizia segue le lotte interne dell'Organizzazione, confrontandosi anche con l'incomprensione di quelli che dovrebbero essergli vicini. E, a maniera sua, si avvicinerà alla verità più di qualunque altro. Cosa cerca Titina, uomo-donna dalla doppia vita, nel rapporto con Vittorio Camporesi, giornalista che prova a ritrovare se stesso per venire fuori dal ricatto della droga? Il proprietario-editore di una piccola libreria isolato da tempo in un mondo a parte, si troverà, suo malgrado, al centro di vicende che ne sconvolgeranno l'esistenza.
Anche Elena che, abbandonata la Banca Meridionale, ha raggiunto il quotidiano 'Stampa Sud', si troverà al centro di una storia che, nuovamente, le cambierà traumaticamente la vita. Sullo sfondo, ancora una volta Napoli, mangiata a bocconi, piccoli e grandi che ogni volta le hanno lasciato un segno dolorante.
Robin 2010, 421 pagine, 16.00 €.

Sorella morte
Nel buio di una chiesa, un prete racconta ad un Cristo muto le proprie pene, mentre a Napoli si aggira un mostro che si sente destinato a compiere una satanica missione. Intanto, l'Organizzazione ha eletto Don Alvaro Spasiano come suo nuovo Re. Uno dei suoi primi obiettivi è quello di realizzare altri accordi nel traffico di droga a livello mondiale.
Ambizioso e prepotente, per concretizzare i propri disegni non si ferma di fronte a nulla, mettendo a repentaglio anche la vita di Lisetta Gargiulo e della figlia, inviate a Barcellona. A quello della droga, l'Organizzazione accoppia il commercio dei clandestini, merce adoperata oramai come ogni altra, stipandola, trasportandola e utilizzandola ai propri fini, compreso il mercato degli organi umani utili ai trapianti. E neppure i bambini ne restano fuori. L'incontro e l'amicizia nata tra due bimbi, a volte, può offrire l'occasione di salvare una vita, ma pure quella di aprire una finestra su un mondo terribile nel quale nessuno meriterebbe di dover vivere...
Robin 2011, 519 pagine, 16.00 €.